RISCHIO NUTRIZIONALE NEGLI ANZIANI: -
MANUALE DI VALUTAZIONE E GESTIONE PER IL CAREGIVER

Non è sempre facile mantenere una sana e corretta alimentazione e quindi uno stile di vita sano, soprattutto quando, con l'avanzare dell'età, insorgono una o più problematiche che influiscono negativamente sul modo di alimentarsi.

In età geriatrica, anche in relazione alle patologie che in questa fascia d'età sono più frequenti, soprattutto tra gli anziani istituzionalizzati o ospedalizzati, è spesso frequente una malnutrizione per difetto che si manifesta con dimagrimento (più o meno lento a seconda dei casi), con una progressiva diminuzione dell'autonomia, fino all'allettamento, con un aumento dell'incidenza di complicazioni (infezioni, lesioni da decubito,…).

Per questo motivo è fondamentale che il caregiver, cioè colui che si occupa della persona anziana, sia esso un parente o una badante, conosca le varie strategie per evitare che il soggetto vada incontro a malnutrizione.

Questo manuale si pone l'obiettivo di fornire al caregiver informazioni ed indicazioni da utilizzare per far sì che questo non avvenga.

Ovviamente il percorso da seguire, in base al tipo di problema esistente, sarà differente e spesso purtroppo non sufficiente a ridurre completamente il rischio nutrizionale; in tal caso è necessario che il caregiver sappia quando è necessario far riferimento a figure sanitarie (medico di famiglia, geriatra o nutrizionista, dietista, logopedista...) che aiutino ad affrontare in maniera più incisiva il problema.

Il manuale si divide in 3 parti:

la prima parte in cui, attraverso semplici test, il caregiver può valutare il rischio nutrizionale della persona di cui si occupa
la seconda parte in cui vengono dati consigli per un soggetto a basso rischio nutrizionale al fine di evitare l'insorgenza di una malnutrizione
la terza parte in cui si cerca di comprendere le cause di un rischio nutrizionale medio-alto e di individuare le strategie più adatte a contrastare la malnutrizione

L’uso del manuale presuppone l’utilizzo di due strumenti scaricabili anch’essi dal sito:

• Mini Nutritional Assessment (MNA®) attraverso il quale i soggetti saranno classificati in tre gruppi di rischio (basso, medio e alto)
• GPC (Griglia Porzioni Consumate) per una valutazione dell’introito alimentare del soggetto anziano

Per informazioni ci si può rivolgere all’Unità di Ricerca in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizione Umana ai seguenti recapiti:
Tel.: 06.4991.0996
Fax: 06.4991.0699
Lorenzomaria.donini@uniroma1.it
http://w3.uniroma1.it/scialim

bottone scarica il manuale

A cura di:
Lorenzo M Donini e Salvatore Carbone
Sapienza Università di Roma
Dipartimento di Medicina Sperimentale
Sezione di Fisiopatologia Medica, Scienza dell’Alimentazione ed Endocrinologia
promosso da APSSO – Associazione Prevenzione Salute e Sicurezza Onlus

hanno collaborato alla stesura:
A Pinto, AM Giusti, V del Balzo (Sapienza Università di Roma)
W Marrocco, G Marri, AP D’Ingianna, A Pizzini (Fed Italiana Medici di Medicina Generale – FIMMG)
E Alonzo, A Messineo, V Pontieri, G Ugolini, A Vanzo (Rete Nazionale Servizi Igiene Alimenti e Nutrizione – SIANET)
C Mirisola, G Costanzo, L Piombo (Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti ed il contrasto delle malattie della Povertà –INMP)