ACRONIMI NELL'ALIMENTAZIONE

E' ormai da tempo che tutti ci imbattiamo nei settori più diversi con gli acronimi, croce e delizia della nostra quotidianità.
Acronimo deriva dal greco àkron- estremità e ònoma- nome e consta di una parola formata con le lettere iniziali di un gruppo di altre parole; utilizzato per la semplificazione e l'uniformità di linguaggi tecnici, è, invece, spesso causa di fraintendimenti, tanto che la Comunità Europea ha promulgato il Dizionario degli Acronimi, proprio per uniformare il linguaggio comunitario.
Il settore dell'Alimentazione è ricco di acronimi per cui abbiamo ritenuto di fare una cosa utile, estraendo dal Dizionario degli Acronimi le sigle più o meno comuni che il consumatore può trovare sulle etichette degli alimenti, per permettergli di fare una scelta più consapevole.

ADN
Alimenti contenenti granturco e soia geneticamente modificati

AOC
Appellation d'Origine Controlee - Denominazione d'origine controllata "DOC"

AOP
Denominazione d'origine protetta dei prodotti agricoli e alimentari

De.C.O.
Denominazione comunale d'origine marchio di garanzia nato in seguito alla legge 8 giugno 1990 , n. 142, che consente ai Comuni la facoltà di disciplinare in materia di valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali.

DOC
Denominazione di Origine Controllata (franc. "AOC")- Indicazione ammessa per i vini

Certifica la zona di origine e delimitata della raccolta delle uve utilizzate per la produzione del vino sul quale è apposto il marchio. La categoria dei vini DOC comprende i vini prodotti in determinate zone geografiche nel rispetto di specifico disciplinare di produzione (approvato con Decreto Ministeriale).

DOCG
Denominazione di Origine Controllata e Garantita - indicazione ammessa per i vini di qualità

DOP
Denominazione di Origine Protetta - Indicazione ammessa per alcuni prodotti alimentari di attestazione di specificità (la denominazione "DOP", a differenza della "IGP", si ha quando tutte le fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione, avvengono nell'area geografica delimitata - Per i prodotti italiani può essere sostituita con la sigla "DOC" ("AOC" in franc., "DE" in spagn. e "PDO" in ingl.)

DOT
Denominazione di Origine Tutelata

GM
Genetically Modified Geneticamente Modificato

GMO
Genetically Modified Organisms - Organismi geneticamente modificati OGM

GMOs
Genetically Modified Organisms

IGP
Indicazione Geografica Protetta (ingl. "PGI") - Denominazione ammessa per tutti i prodotti agricoli ed alimentari, anche se, a differenza del "DOP", è sufficiente che il prodotto sia attribuito ad una specifica regione anche se il processo produttivo è ammesso al di fuori di tali aree

IGT
Indicazione Geografica Tipica - indicazione ammessa per i vini per designarne con il nome geografico il prodotto (di valenza inferiore al "DOC" e "DOCG")

LS
Latte scremato

LSP
Latte Scremato in Polvere

MGR
Materie grasse vegetali di sostituzione

OGM
Organismi Geneticamente Modificati - (anche "OMG") (Direttiva 90/220 CEE - 91/414 CEE) - Ingl. "GMO"

OMG
Organismi geneticamente modificati "OGM" (Direttiva 90/220 CEE - 91/414/CEE)

PDO
Protected Denominations /Designation of Origin - Denominazione di Origine Protetta "DOP"

PMP
Prodotti a base di carni di pollame

Prodotti Tradizionali

Prodotti ottenuti secondo metodiche consolidate nel tempo, che racchiudono valori sia gastronomici che culturali

RMP
Prodotti a base di carni di coniglio

STG
Specialità Tradizionale Garantita Si riferisce a prodotti ottenuti, utilizzando materie prime tradizionali o una composizione tradizionale o un metodo di produzione tradizionale

V.Q.P.R.D.
Vino di qualità prodotto in regioni determinate

V.S.Q.P.R.D.
Vino spumante di qualità prodotto in regioni determinate

VQPD
Vino di qualità prodotto in regioni specifiche

 

  • a cura di:
    Gallieno Marri (MMG
    )